Come si pronuncia Duchesne?

25 novembre

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 25 novembre 2015

Ci sono forme di violenza sulle donne che si portano dietro connotati particolarmente odiosi: sono le violenze nascoste, giustificate, legittimate con la frottola dell’amore, dell’affetto, del “Tu sei la cosa più importante che ho”. E allora ecco che, in questi rapporti, “Ti amo” è una frase che l’uomo non lascia mai troppo da sola, tende a metterla in coppia con frasi come “Tu sei mia”, oppure “È che sono un po’ geloso”, oppure “È colpa mia se ci tengo a te?”, e avanti verso “Non è un po’ troppo corta quella gonna?”, oppure “A me sembra che quel tizio ti scriva un po’ troppo spesso”, oppure “Tu a ballare da sola non ci vai”, fino all’orrore di frasi come “Forse è volato qualche schiaffo di troppo ma in un rapporto può capitare”, oppure “Lei lo sapeva che ero possessivo però ha continuato a provocarmi”, oppure “È stato un raptus, lo giuro, non me lo perdonerò mai”, fino alla peggiore di tutte, la più mostruosa: “Io l’amavo”.

magoz-illustration-sexism-chivalry

(Illustrazione di Magoz)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: