Come si pronuncia Duchesne?

Vertigine

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 18 maggio 2015

Google_Translate_Icon

Leggo questa frase in un libro tradotto: “Stava cercando di stuzzicarlo, ma le riusciva male, come una ciambella senza buco“. Mi viene un dubbio, vado a prendere l’originale e leggo: “She was trying to tease him, but it came out wrong, like a lizard with a little hat on“.

Una ciambella senza buco, al posto di una lucertola con un cappellino in testa.

Poi, poche righe più sotto, leggo: “Se ne sarebbe accorto anche un sasso“. Mi viene un dubbio, vado a prendere l’originale e leggo: “A doorknob could figure it out“.

Un sasso, al posto di un pomello.

E allora comincio a scorrere le righe, ed è tutto così, un geranio al posto di una lezione di musica, un aperitivo al posto delle tapas, e dialoghi, descrizioni, paragrafi interi livellati, normalizzati, restituiti in questa lingua piana tutta svuotata. E mi viene una piccola vertigine a chiedermi, di tutti i libri tradotti che ho letto, da Fitzgerald a Dostoevskij, da Woody Allen a Beckett, di tutte quelle pagine lì: che m’han fatto leggere?

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: