Come si pronuncia Duchesne?

Sul serio

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 18 dicembre 2014

Non sono riuscito a vedere lo spettacolo di Roberto Benigni. Ho cercato qualche opinione in rete e mi sono imbattuto in quello che pare il link più condiviso, tantissimi like, tantissimi commenti, tantissime discussioni: QUESTO.

Io, per quanto mi riguarda, ho deciso di arruolarmi nell’Isis. Sul serio.

Leggendo, mi son chiesto come mai questa critica molto negativa riscuotesse tanto consenso. Poi ho smesso di farmi domande, sono arrivato alla frase – credo voglia essere una battuta – con cui l’autore chiude il suo articolo così ferocemente critico.

Io, per quanto mi riguarda, ho deciso di arruolarmi nell’Isis. Sul serio.

Dal pezzo, devo ammettere, non ho capito molto di cosa sia stato lo spettacolo di Benigni. L’autore probabilmente intendeva parlare a un lettore che lo spettacolo l’aveva visto (e che non l’aveva amato), e a questo lettore intendeva rivolgere il suo iperbolico sfogo. Iperbolico ma, mi sembra, un po’ poco incisivo, visto che poi, al di là di alcune asserzioni magari corrette ma (per chi come me non ha visto lo spettacolo) purtroppo non motivate, al di là di qualche piccola concessione alla pancia (penso al riferimento al budget, anche se credo volesse riferirsi al cachet), al di là di tutto questo ho la sensazione che, alla fine, non contenesse molto di più.

Io, per quanto mi riguarda, ho deciso di arruolarmi nell’Isis. Sul serio.

A parte questa battuta.

Io, per quanto mi riguarda, ho deciso di arruolarmi nell’Isis. Sul serio.

Questa battuta – ma forse sono io a essere troppo severo (quanto prendo seriamente la comicità, è qualcosa che non finisce di stupirmi) – questa battuta mi ha fatto storcere la bocca. Non mi ha fatto ridere, anzi, m’è parsa una gran brutta caduta, l’ho trovata sciocca, e anche sgradevole, e rozza, e volgare, e squalificante, e fuori contesto, in una parola, brutta. All’inizio. Poi dopo no, dopo mi è parsa utile. Utile, per tutte le volte che sono pigro e mi viene da pensare che sia facile e mi scordo di quanto pensiero e quanta dedizione ci vuole per mettere su, ad esempio, uno spettacolo su un tema sensibile e delicato come Dio, mettendosi in gioco, rischiando addirittura di essere banali e noiosi, ma senza mai inciampare in gran brutte cadute, senza mai uscirsene con qualcosa di sciocco, e anche sgradevole, e rozzo, e volgare, e squalificante, e fuori contesto, in una parola, brutto come:

Io, per quanto mi riguarda, ho deciso di arruolarmi nell’Isis. Sul serio.

Per tutte le volte che mi dimentico che bisogna impegnarsi.

tumblr_80

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: