Come si pronuncia Duchesne?

Un libro in testa

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 9 marzo 2011

Giovedì scorso ho cominciato una piccola rubrica settimanale sul blog di Chicca Gagliardo, che tenne a battesimo Studio Illegale ormai due anni fa, alla prima presentazione alla Feltrinelli di Milano. Il blog di chiama Ho un libro in testa. QUI e QUI, i miei primi interventi. Mi rendo conto che, da come tratto questo blog, non do molte garanzie, ma insomma, provo a impegnarmi.

Annunci

8 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ransie said, on 9 marzo 2011 at 2:54 am

    Per portare a termine qualcosa,non c’è di meglio che iniziarne un’altra.
    Magari iniziando una rubrica settimanale,nel mentre tieni aggiornato anche il blog.
    Che frase fashion senza impegno.
    Parlo proprio io che non riesco neanche a finire di ri-ri-rivedermi le puntate di Lady Oscar.
    Vabbè quest’ultima cosa fate finta di non averla letta.

  2. fbaccomo said, on 9 marzo 2011 at 3:13 am

    “Per portare a termine qualcosa,non c’è di meglio che iniziarne un’altra.”
    Ransie, credo che questa frase sia la ragione dietro a tanti divorzi.

  3. Ransie said, on 9 marzo 2011 at 3:18 am

    Allora io divorzio da me stessa continuamente .

  4. fbaccomo said, on 9 marzo 2011 at 3:41 am

    Mi viene in mente un pezzo degli Sparks, “I married myself”:

    This time it’s gonna last/
    This time it’s gonna last/
    Forever, forever, forever…

  5. Ransie said, on 9 marzo 2011 at 5:00 pm

    Mi piace 🙂

  6. Annalisa said, on 11 marzo 2011 at 6:10 pm

    La diversificazione è all’origine di un portafoglio titoli sano ehm… 🙂
    Adesso bisognerà aprire sull’agenda uno spazio quotidiano dedicato a te: prima qui, poi sull’altro blog, poi su fb. Stai diventando un lavoro Fed ah ah, baci 🙂

  7. fbaccomo said, on 14 marzo 2011 at 7:02 pm

    Annalisa, non dirmi niente, l’altro giorno ero lì che praticavo la mia attività preferita – lamentarmi – e ho detto: “sta diventando un lavoro”. Mi han fatto notare che è proprio così, e che è pure quello che volevo.

  8. Annalisa said, on 16 marzo 2011 at 1:42 pm

    Accidenti qui a furia di sognare finisce poi che i sogni si avverano 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: