Come si pronuncia Duchesne?

Eccetera

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 22 settembre 2009

Dunque, il mac è proprio andato, portando con sè tutto ciò che non aveva una copia. Mi han detto che è un problema di disco rigido e che non si può recuperare nulla, fanno 96 Euro di assistenza, assistenza?, assistenza.

Così ogni tanto mi viene in mente qualcosa di cui non avevo una copia di back-up, un po’ di roba scritta, le foto dell’ultima vacanza, un articolo che dovevo consegnare per una rivista universitaria, le foto della penultima vacanza, la musica scaricata da iTunes, le foto della terzultima vacanza, ecc.

Allora mi sono informato e mi han detto che, volendo, se proprio uno ci tiene, ci sarebbe la possibilità di rivolgersi a delle ditte specializzate che dovrebbero essere in grado di recuperare i file. Chiedono 400 euro di diagnosi e 3.000 euro per il back-up.

Così ogni tanto mi viene in mente qualcosa di cui non avevo una copia di back-up, un po’ di roba scritta, le foto dell’ultima vacanza, un articolo che dovevo ecc.

La bontà

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 18 settembre 2009

Oggi ho fatto un’intervista in radio e, a un certo punto, è arrivato il messaggio di un ascoltatore. Si rivolgeva a me. “Ecco un altro fannullone”, diceva.

Allora mi è tornato in mente un signore anziano che, alla mia prima presentazione, è saltato su e mi ha detto che io passavo un brutto messaggio ai giovani, “ché se c’è da lavorare 16 ore al giorno, uno ne lavora anche 18”.

E poi mi è venuto in mente anche un filmato del ministro Brunetta, quello di qualche giorno fa in cui, con questa strana esuberanza, un po’ come quelli che sono stati invitati a una festa e non se l’aspettavano, si mette a gridare “a lavorare”.

C’è una bella canzone di Alberto Fortis, L’Amicizia, che comincia così: “Come farai a parlare di bontà del tuo lavoro?”. Ecco, di fronte a quella gente lì, alle loro parole, a quel modo di ragionare, viene da pensare che, di questi tempi, di bontà del lavoro, non ne è rimasta poi molta.

Identikit

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 16 settembre 2009

Oggi sono rimasto bloccato dalla pioggia nella Feltrinelli di Piazza Piemonte. A un certo punto è arrivato Andrea De Carlo a presentare la nuova edizione di Due di Due, celebrativa del ventennale dall’uscita. Quando ha finito la lettura del primo capitolo del libro, una signora davanti a me ha detto: “un vero scrittore: non è solo bello, ha anche una bella voce”.

La nuova stagione

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 15 settembre 2009

A Milano, c’è un modo di promuovere il lusso tutto particolare, un po’ basato sui contrasti, la pubblicità comparativa.

23022008037

I diritti

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 12 settembre 2009

Oggi ho chiamato due volte l’assistenza di Alice e, a chiamare l’assistenza di Alice, alle volte si rimane colpiti dall’atteggiamento cafone di alcuni dei suoi telefonisti. L’ho fatto notare a un mio amico, che mi ha risposto: “Beh, con la miseria che li pagano, poveretti.” “E’ vero”, gli ho detto, “però io non parlo della preparazione, parlo proprio dell’atteggiamento.” “Beh”, mi ha risposto, “con la miseria che li pagano, poveretti.” Ho pensato che, a seguire quel ragionamento lì, quasi dispiaceva di non essere disoccupato: c’era forse il diritto di prenderlo a sberle.

Il progresso

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 10 settembre 2009

Stanotte, intorno alle 2, si è spento il mio mac, in un modo che pare definitivo. Ho passato le successive 4 ore a buttar giù su un quaderno, a mano, in modo anche un po’ isterico, tutto il lavoro che nelle ultime settimane avevo cominciato a fare sul nuovo romanzo, per cercare di recuperare tutto quello che ricordavo. E così, ora che sono nell’internet point dei cingalesi, sotto casa, a controllare le mail, mi sono reso conto di quanta poca confidenza mi sia rimasta con la scrittura a penna. Proprio faticosa, stamattina mi fa male la mano. Poi, c’è da dire che ho tirato anche dei pugni sul bracciolo della sedia.

E

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 9 settembre 2009

Anche in Germania verrà tradotto, pare.

In Italia, invece, Studio Illegale è arrivato alla sesta edizione, a sei mesi dall’uscita. Ne ho di persone a cui dire grazie.

한국

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 8 settembre 2009

Pensa te. Studio Illegale, pare, verrà tradotto in Corea. Quale delle due, la comunista o la capitalista, non me l’hanno detto, ma ho i miei sospetti.

L’evidenza

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 4 settembre 2009

Ieri ho comprato una rivista di “fumetti, storie, la vita e nient’altro”, ANIMAls. Il numero di questo mese, il quarto dalla nascita, a pagina 43 riporta una bella intervista a Paolo Nori, seguita da un suo racconto inedito, Un atteggiamento scientifico.

ANIMAls

Mentre aspettavo di andare a pranzo con la mia amica che non mi ha fatto gli auguri di compleanno e con un’altra mia amica, che non mi ha fatto gli auguri di compleanno nemmeno lei, mi sono messo a leggere il racconto. E sono arrivato a questo passaggio: “L’altra settimana ho letto un romanzo dove c’era uno che le usava benissimo, le orecchie. C’era scritto, per esempio: A me questa storia di Lazzaro che prima e morto e poi è risorto non è che mi convince fino in fondo. Chissà cos’era successo. Magari poi vai a vedere bene e scopri che era solo in coma. Figurati le perizie a quei tempi.

Quando sono arrivate le mie amiche, gli ho mostrato la pagina, con emozione. “Sono io, quello delle orecchie.” Han dato un’occhiata. “Non c’è scritto.

Infatti

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 2 settembre 2009

Mi han detto: “ma con tutto quello che succede, il degrado della politica, lo sfacelo morale, lo scempio che ci circonda, l’impossibilità perfino di riderne, perché ormai siamo anche fuori dal confine del ridicolo, tu, come fai ancora a parlare delle tue cose, piccole e insignificanti?

Eh, è difficile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: