Come si pronuncia Duchesne?

Pattinatore

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 17 giugno 2016

Su LINC Magazine di questo mese, dedicato ai “Talenti in gara”, compare un mio racconto dal titolo “Il sorriso del pattinatore“. (Per leggerlo è necessario registrarsi – gratuitamente – al sito).

Ice Skater Silhouette

Violenze di genere

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 13 giugno 2016

QUI provo a rispondere a qualche domanda su “Letteratura e violenze di genere” a partire da WOODY.

Matrimonio gay

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 11 maggio 2016

Gay_flag.svg

– “Benvenuti. Sappiamo tutti perché siamo qui. Il cugino Delroy si sposa… con un uomo. È assurdo, lo so, ma noi siamo qui per supportarlo e, insomma, abbiamo solo bisogno di un piccolo aiuto per capire bene i particolari di questo famoso matrimonio gay. Per cui mi sono preso la libertà di far venire qui il mio amico Gary, cioè, non è veramente mio amico, è solo un collega, che casualmente è anche un membro attivo della comunità omosessuale. Ci darà qualche consiglio su, insomma, su quello che bisogna fare. Dunque, Gary, che cosa dobbiamo aspettarci da questo matrimonio gay?”
– “Ok, prima di tutto, grazie per avermi invitato. Penso sia davvero meraviglioso quello che state facendo per vostro cugino, sul serio. Sostanzialmente la sola cosa che mi sento di dirvi è di star tranquilli, un matrimonio gay è proprio come un matrimonio classico, né più né… sì, mi dica.”
– “Gli uomini si devono mettere i vestiti da donna e le donne i vestiti da uomini?”
– “No, no, no, no. Vi vestirete esattamente come vi vestireste in un matrimonio tradizionale.”
– “Una domanda anch’io. Nessuno di noi qui è gay, presumo quindi che staremo tutti seduti nella sezione dei normali.”
– “La sezione dei normali?”
– “Opposta alla sezione dei gay.”
– “No, no, non ci sono sezioni, vi siederete nel lato della persona di cui siete amici o parenti. Proprio come un matrimonio classico.”
– “Per cui dovremo limitarci a indovinare chi è gay?”
– “O anche no. Potete sempliceme… sì, dica.”
– “In quale momento della cerimonia canteremo Over the rainbow?”
– “Mai, non la si canta mai. È una cerimonia solenne, non si canta quella canzone.”
– “Si riesce a vedere il Pony Show dalla sezione normale o siamo un po’ troppo indietro?”
– “Ripeto, non ci sono sezio… cos’è un Pony Show?”
– “Quando fate quelle mossettine con le mani, con la bocca tutta così?”
– “Non ci sarà niente del genere. Sarà tutto come si fa normalmente.”
– “Quando si canta YMCA?”
– “Non si canta, non durante la cerimonia.”
– “E Macho Macho Man?”
– “Nemmeno.”
– “Dove possiamo comprare i regali gay?”
– “Non so cosa siano i regali gay, ma quello che succede di solito è che le coppie fanno una lista nozze in un negozio. Proprio come le coppie uomo-donna.”
– “Un negozio gay o…?”
– “Normale, un negozio normale.”
– “Una domanda.”
– “Dica?”
– “Saremo costretti a partecipare al sesso anale?”
– “Eh???”
– “O possiamo limitarci a guardare e applaudire con un cappello da pompiere?”
– “Sentite, non c’è sesso anale e non ci sono cappelli da pompiere!”
– “Oh, okay.”
– “Altre domande?”
– “Quand’è che si canta It’s raining men alleluia it’s raining men?”
– “Non la si canta.”
– “Insomma, non ci sono salmi gay alla cerimonia?”
– “Non esistono salmi gay.”
– “Il falso prete somiglia a un prete o a una suora?”
– “È un prete vero.”
– “Oppure?”
– “Non c’è oppure.”
– “Un marinaio sexy che si toglie i vestiti?”
– “Ma quale mari… no, no!”
– “Si tira il riso o dell’altro?”
– “Cos’altro?! Cosa tirerebbe se non il riso?!”
– “Non lo so, cous cous?”
– “Sentite, un matrimonio gay è un matrimonio normale, okay? Esattamente la stessa cosa.”
– “Ok, ma quando gli sposi si baciano ci si può alzare e dire Uuaaah?”
– “No che non si può. Sarebbe… omofobico!”
– “Ha parlato quello che vuole vietare i salmi gay.”
– “Oh, Dio mio.”
– “Ci sarà RuPaul?”
– “Non credo che Delroy conosca RuPaul.”
– “E Neil Patrick Harris?”
– “No.”
– “E se non volessi che la mia foto finisse su internet?”
– “Ma è ridicolo!”
– “Ridicolo è una parola gay?”
– “No, vabbe’, basta così, io me ne vado.”
– “Uh, nervosino.”
– “Permaloso.”
– “Cercavamo solo di capire.”
– “Ragazzi, tranquilli, direi che la faccenda ormai l’abbiamo in pugno.”

(KEY & PEELE)

Racconto

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 22 aprile 2016

Questo è il breve racconto che ho scritto per LINC Magazine. Si intitola “La musa”. Il tema era l’incontro tra tecnologia e felicità. È venuta fuori un po’ più la prima che non la seconda.

La musa

La musa

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 8 aprile 2016

QUI c’è il mio breve racconto pubblicato su LINC. Confesso che rileggendolo mi son trovato a dirmi: dai, su, non è male, che per me è sempre oro colato.

(L’impaginazione purtroppo mi pare renda la lettura un po’ tortuosa, con l’incipit un po’ troppo a ridosso della foto, gli spazi e i titoletti interni, ma probabilmente son fissazioni mie.)

LINC

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 15 marzo 2016

Ho scritto un piccolo racconto per LINC Magazine, da ieri online con il sito nuovo (sfogliabile dopo essersi registrati) e in allegato al Corriere della Sera – edizione digitale. Consiglio la rivista al di là del mio piccolo contributo. Contiene parecchi articoli interessanti sul tema dell’incontro tra tecnologia e felicità.

Il mio testo è forse quello che racconta meno felicità. Si intitola “La musa” ed è un piccolo tentativo di andare in territori che amo molto ma in cui non mi sono mai arrischiato: la fantascienza, o giù di lì.

mucha

Occhiali

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 24 febbraio 2016

“Leggere fa bene? E perché?”

Leggere fa bene come fa bene a un miope indossare un paio di occhiali. Credo che siamo tutti più o meno ciechi considerato quanto è grande e complesso il mondo e quanto piccoli e semplici sono i nostri occhi. Leggere offre prospettive e punti di vista nuovi.

QUI c’è il resto del questionario.

10 motivi

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 22 febbraio 2016

Mi han chiesto di scrivere 10 buoni motivi per NON leggere Woody. Ho provato a rispondere così: QUI.

Speranza

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 23 gennaio 2016

La speranza è un elemento ricorsivo in quello che scrivo, mi sembra che una storia di narrativa non abbia senso se non contiene un nucleo di speranza. Nei miei libri precedenti prendeva varie forme – una bambina, una svista giudiziaria, una lettera di dimissioni – questa volta c’è un uomo, uno che allunga la mano non per picchiare, ma per accarezzare.

QUI, un’altra intervista su certi pensieri che stanno dietro la scrittura di Woody.

Cambiamenti

Posted in Uncategorized by federico baccomo "duchesne" on 22 gennaio 2016

Quanto è cambiata la sua vita dopo il successo di Studio Illegale?

Nel concreto non è cambiata poi molto. Come quando facevo l’avvocato, passo la maggior parte del mio tempo a una scrivania a pensare a qualcosa di molto fantasioso per convincere qualcuno a credermi. Là si trattava di un giudice, oggi di un lettore.

QUI, il resto dell’intervista.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: